La Salernitana conquista la Supercoppa. Batte 2-1 il Pro Patria e può festeggiare

Ultimi articoli
Newsletter

Salerno | primo trofeo per i granata che chiudono una stagione fantastica

La Salernitana conquista la Supercoppa
Batte 2-1 il Pro Patria e può festeggiare

La doppietta di Guazzo stende i lombardi, dopo il 3-0 dell'andata

di Nicola Salati

La Salernitana vince per 2-1 contro il Pro Patria e trionfa in Supercoppa
La Salernitana vince per 2-1 contro il Pro Patria e trionfa in Supercoppa

SALERNO | L’arbitro Albertini decreta la fine della partita, e la festa degli oltre 3 mila supporters granata può esplodere. La Salernitana, batte 2-1 la Pro Patria e conquista la Supercoppa di Seconda divisione, il primo trofeo dell’era Lotito-Mezzaroma.

LA PARTITA | Perrone lancia dal 1’ Ricci per Gustavo e Rinaldi per Tuia, mantenendo invariato il resto della formazione. Dopo soli 4 minuti è l’ariete piemontese a rompere il ghiaccio con una girata di testa su punizione dalla sinistra di Mancini. All’11’, su percussione di Ricci sull’out destro, Guazzo fa esplodere ancora una volta la curva sud, raggiungendo le 19 reti stagionali. Gli uomini di mister Firicano accorciano le distanze al 24’ con Falomi: Artaria mette Serafini a tu per tu con Dazzi, che riesce a ipnotizzare l’ex Brescia, compiendo un grande intervento. Sulla ribattuta è il numero 11 lombardo ad insaccare comodamente da due passi.

LA FESTA | Dopo l’abituale giro di campo, il capitano Francesco Montervino alza la Coppa al cielo sancendo la fine di una stagione perfetta, con questo trofeo che può essere considerato la ciliegina sulla torta. La dirigenza più volte ha ribadito ad allenatore e giocatori la volontà di mettere le mani sulla Supercoppa di Seconda divisione, che può essere considerata l’ennesima dimostrazione di forza e superiorità dei granata. Nei 180’ complessivi, gli uomini di mister Perrone hanno annientato gli avversari lombardi, freschi di vittoria del girone A, che non hanno saputo tenere testa e reagire alla rabbia agonistica e alla voglia di Mancini e compagni.

IL FUTURO | Si chiude ufficialmente una stagione trionfale per la Salernitana, con la dirigenza che adesso potrà cominciare a programmare il futuro. Resta da decretare, infatti, il destino di Perrone e di questa squadra dei record che ha riportato, dopo due anni d’inferno, la Salernitana in Prima divisione.

Sabato 25 maggio 2013

© Riproduzione riservata

850 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: