Teantano di rubare i computer al Comune sono stati arrestati quattro ragazzi della zona

Ultimi articoli
Newsletter

Battipaglia | ancora in corso il sopèralluogo per capire come sono entrati

Teantano di rubare i computer al Comune
sono stati arrestati quattro ragazzi della zona

Gli agenti sono stati avvertiti da un cittadino che ha notato i movimenti

di Nicola Salati

Tentano di rubare computer, arrestati in quattro
Tentano di rubare computer, arrestati in quattro

BATTIPAGLIA | Domenica notte di lavoro intenso per carabinieri e polizia di Battipaglia che, congiuntamente, hanno tratto in arresto quattro ragazzi, due di Battipaglia e due di Olevano sul Tusciano che avevano tentato di asportare, dopo che si erano introdotti, nel cuore della notte, all’interno degli uffici comunali di piazza Aldo Moro, alcuni computer completi e due casse musicali.

SEGNALAZIONE CITTADINO | Grazie alla segnalazione di un cittadino giunta al 112 i carabinieri di due gazzelle e gli agenti di una volante sono giunti contemporaneamente in piazza Aldo Moro, intercettando i quattro ragazzi i quali hanno anche tentato di sottrarsi alla cattura, venendo però bloccati dai carabinieri e dai poliziotti che avevano praticamente circondato il palazzo. A bordo dell’auto in uso ai quattro, è stata recuperata la refurtiva, che è stata restituita al sindaco facente funzioni della città.

LE INDAGINI | Il sopralluogo ancora in corso ha permesso di stabilire che i ladri erano riusciti ad entrare mediante la forzatura di una porta antipanico, mentre le indagini continuano per accertare l’eventuale ammanco di altro materiale e, soprattutto, di documenti, visto che i quattro hanno praticamente avuto la possibilità di scorazzare indisturbati all’interno di tutti gli uffici comunali. Gli arrestati sono stati ristretti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio con rito direttissimo.

Domenica 12 maggio 2013

© Riproduzione riservata

521 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: